Giardini Reali di Torino: work in progress

Approfittando di una bella e calda giornata di aprile, la scorsa settimana abbiamo deciso di andare a vedere i Giardini Reali di Torino che, dopo anni di restauro – erano stati chiusi nel 1997, quando un incendio distrusse gran parte della vicina Cappella della Sindone – sono stati riaperti al pubblico lo scorso 24 marzo.

Pianta dei Giardini Reali di Torino
Pianta dei Giardini Reali di Torino – rielaborazione da atlanteditorino.it

Posizionati dietro Palazzo Reale – vi si accede da piazza Castello – i Giardini Reali furono voluti nel Cinquecento dal duca Emanuele Filiberto. A fine Seicento Vittorio Amedeo II chiamò André Le Nôtre, geniale architetto paesaggista e padre dei giardini di Versailles, per ridisegnare i Giardini; ulteriori cambiamenti furono effettuati a cavallo tra Ottocento e Novecento.

Palazzo Reale di Torino dai Giardini del Duca
Giardino del Duca – vista del retro di Palazzo Reale

Appena entrate la prima impressione è stata un po’ sconfortante. La parte restaurata ha interessato una piccola area dei Giardini e sono ancora molte le zone dove non si può accedere. Infatti, abbiamo scoperto che la recente inaugurazione è stata solo temporanea e che il 3 aprile sono stati nuovamente chiusi per completare i lavori che riguarderanno la pulitura delle statue e della Fontana dei Tritoni ed altri interventi.

Varcato l’ingresso abbiamo potuto ammirare soltanto i vialetti e le aiuole del Giardino del Duca, che riprendono il disegno tripartito neobarocco del parterre, risalente all’ultimo intervento di epoca umbertina. Al centro del Giardino si trova una fontana con dei semplici giochi d’acqua.

Vista della Galleria Sabauda dai Giardini del Duca di Torino
Giardino del Duca – vista della Galleria Sabauda

Passeggiando per i vialetti e curiosando oltre le transenne, siamo riuscite un po’ a sbirciare il Boschetto, in attesa che verrà riaperto insieme al Giardino delle Arti dove si trova la famosa Fontana dei Tritoni.

GiardiniReali_Torino_statue
Boschetto
GiardiniReali_Boschetto_GiardinoDuca
Veduta del Boschetto dal Giardino del Duca

Al momento ovviamente non c’è ancora molto altro da vedere, noi abbiamo avuto la (s)fortuna di “intrattenerci” osservando delle scolaresche che scorrazzavano libere per i vialetti e le aiuole, nonostante le urla intimidatorie delle maestre!

Giardini del Duca e Fontana Torino
Parterre Giardino del Duca

Attendiamo, quindi, fiduciose di vedere il risultato finale – i Giardini verranno riaperti nel mese di giugno – nella speranza di poter usufruire di quest’elegante area verde durante la stagione più calda e di godere di un po’ di relax in pieno centro.

Per il momento l’ingresso è ancora libero ma, a conclusione dei lavori, probabilmente si accederà tramite il biglietto cumulativo del Polo Reale.

P.s. Cercando informazioni sui Giardini, abbiamo trovato una piccola curiosità: fino al 1848 i Giardini Reali venivano aperti in primavera ed era possibile entrare con “abito assai decente”, con cappello a cilindro, ma non si poteva fumare, portare bastoni da passeggio e l’ingresso era vietato ai soldati semplici e ai servitori in livrea (fonte atlanteditorino.it)


Giardini Reali (ingresso gratuito)

Orari:
dal martedì alla domenica: dalle 9.00 alle 19.00. Giorno di chiusura: lunedì

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...