Degustazione di vini nelle Langhe: la cantina Cà Neuva

il

Chi non ha mai acquistato o regalato uno di quei cofanetti per soggiorni o esperienze di vario genere? Io ne avevo ricevuto uno lo scorso anno per il mio compleanno e ormai da diversi mesi lo utilizzavo come fermalibri nella mia piccola libreria. Ogni volta che alzavo gli occhi verso lo scaffale percepivo la sua silenziosa presenza. Sapevo che a breve sarebbe scaduto ma continuavo a ignorarlo. Solo poche settimane fa mi sono fatta coraggio e ho aperto il cofanetto. “Voglia di delizie e relax per 2”:  questo era il tema del mio regalo che mi permetteva di scegliere tra svariate esperienze legate al benessere o al gusto. Cibo o massaggi? La scelta è stata abbastanza semplice, senza pensarci troppo ho optato per una degustazioni di prodotti locali. Più impegnativo è stato, invece, selezionare la struttura dove vivere questa esperienza. Così, qualche domenica fa io e Alessandro, armati di tanta pazienza, abbiamo iniziato a sfogliare il catalogo, limitandoci alle sole strutture presenti in Piemonte. Dopo un’attenta analisi e confronto delle varie offerte, abbiamo scelto di provare una degustazione di vini, accompagnata da prodotti locali, nella cantina Cà Neuva a Dogliani, in provincia di Cuneo, nel cuore delle Langhe.

Langhe-Natura-Vigneti-Vino-Paesaggio
Paesaggio intorno alla cantina Cà Neuva

Regione storica del Piemonte, le Langhe sono una zona di colline, paesini, antichi borghi, vigneti e grandi tradizioni culinarie. Questa è una delle zone di eccellenze enogastronomiche del nostro Paese, oltre a essere luogo ideale per rilassarsi e godere della natura e dell’arte, il tutto a circa un’ora di macchina da Torino.

La cantina Ca Neuva si trova nella frazione Santa Lucia, circondata da un paesaggio di morbide colline. Appena arrivati siamo stati accolti dal signor Sergio, proprietario della cantina, che ci ha fatto accomodare, insieme a un’altra coppia venuta per la degustazione, nella tavernetta, un ambiente accogliente e ben curato, con un arredamento rustico e semplice. Presa posizione attorno al tavolo apparecchiato per l’occasione e fatte le presentazioni, è iniziata subito la degustazione dei vini.

Cantina Cà Neuva-Degustazioni di Vini-Langhe-Dogliani
La tavernetta

Otto bottiglie disposte in fila, dal più leggero al più strutturato e complesso. A ogni assaggio il signor Sergio ci ha raccontato la storia di quel vino, iniziando dall’uva nella vigna, fino ad arrivare alla lavorazione in cantina. Ogni bicchiere è stato accompagnato dai prodotti tipici del territorio che ci venivano portati dalla signora Silvia, moglie di Sergio.

Vini-Dogliani-Cantina Cà Neuva-Barbera-Barolo-Nebbiolo-Langhe
I vini della degustazione

Il primo vino è stato l’Arneis, unico bianco tra i rossi. Di un bel colore giallo paglierino, l’Arneis è un vino delicato, molto fruttato e floreale. E’ un vino fresco e il suo gusto è stato esaltato dall’accostamento con la salsa tonnata.

Siamo passati, poi, ai Dolcetti a cui abbiamo abbinato salame, pancetta e lardo. Si parte dal Dogliani DOCG, un vino leggero dal colore rosso acceso che, come ci viene spiegato dal proprietario, grazie alla bassa acidità, si può abbinare con qualsiasi piatto, da un antipasto a un secondo di carne. È seguito, poi, il Dogliani DOCG L’Sambu, vino più strutturato, perfetto per le carni rosse o per i formaggi. Sempre accompagnato da affettati, ci è stato servito il Dogliani Superiore, un vino dal gusto e dal profumo molto intenso.

Il passaggio ai vini successivi è stato scandito dall’arrivo in tavola dei formaggi e del dolce. Abbinati ad una toma con sopra della cugnà – specialità culinaria delle Langhe, a metà strada tra una salsa e una confettura – abbiamo degustato la Barbera e il Nebbiolo. Il primo (uno tra i miei preferiti) è stato una vera esplosione di sapori in bocca: è un vino dalla grande struttura e dal colore, profumo e gusto molto particolari grazie alla sua permanenza nelle barrique di rovere francese. Il Nebbiolo, invece, è un vino più delicato ma sempre di altissima qualità.

Siamo passati poi al Barolo, un vino ricco che viene affinato in grandi botti di rovere. Una vera gioia per il palato!

Dulcis in fundo – e questo è proprio il caso di dirlo – le paste di Meliga (biscotto tipico della zona del cuneese) accompagnate dal Langhe DOC Excelso, un vino assemblaggio di tre vitigni: Barbera, Nebbiolo e Cabernet.

Era giunta l’ora di alzarci da tavola e di andare a visitare la cantina. Dopo aver assaggiato tutti quei vini mi sentivo piacevolmente brilla ma, per fortuna, l’aria fresca mi ha dato una mano a camuffare il mio stato di “allegria”!

Botti-Vino-Azienda vitivinicola-Cà Neuva-Dogliani-Cuneo
Le botti in acciaio nella cantina

Entrare nella cantina mi ha riportato alla mente lontani ricordi, quando da bambina mi intrufolavo nel frantoio di mio zio. Due luoghi molto diversi, soprattutto per la funzione che devono svolgere, ma che la mia mente ha ricollegato tra loro per l’atmosfera soffusa, per i grandi ambienti e per quel tipico odore di luoghi chiusi e poco illuminati.

Botti-Vini-Invecchiamento vino-Cantina-Langhe-Piemonte
Le botti in legno

Nella cantina si trovano le grandi botti in acciaio e in legno dove il vino, dopo che il mosto ha completato la propria trasformazione, viene fatto invecchiare. Alla fine della visita è anche possibile acquistare i prodotti dell’azienda vitivinicola Cà Neuva.

Cantina Cà Neuva-Bottiglie di vino-Degustazione vini-Langhe
Cantina Cà Neuva

Una bellissima esperienza, un po’ insolita per chi come me non è un profondo conoscitore di vini, ma sicuramente da provare. Sono state due ore molto piacevoli grazie anche all’atmosfera familiare che si respira in questa cantina. Nel raccontare la storia della sua azienda e dei suoi vini, il signor Sergio ci ha trasmesso tutta la passione e l’amore che lui e la sua famiglia mettono nel loro lavoro; la loro è una azienda a conduzione familiare, con una tradizione che si trasmette da padre in figlio.

Langhe-Natura-Cavallo
Qualche carezza al cavallo

Prima di risalire in macchina ci siamo fermati a fare amicizia con gli abitanti a quattro zampe della cantina: un cagnolino bianco che gironzolava libero per il cortile, la dolcissima Penny – l’unica di cui conosco il nome poiché scritto fuori dal suo recinto – che ci guardava con occhi pieni di gioia, alla disperata ricerca di coccole, e il cavallo un po’ diffidente ma che alla fine si è lasciato avvicinare. Avevamo intravisto anche un gatto ma, come ogni felino che si rispetti, ci ha totalmente ignorati!

Cane-Natura-Cantina Cà Neuva-Langhe-Dogliani
Penny

Questo articolo è stato scritto da Valentina


Azienda Vitivinicola Cà Neuva – Frazione S. Lucia, 36, 12063 Dogliani (CN)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...